Ultim'ora
Commenta

Quando gli immigrati eravamo noi
Presentato il nuovo libro
del Centro Galmozzi

Ventidue libri in circa 15 anni di attività. Il Centro di ricerca Alfredo Galmozzi in questi tre lustri ha analizzato, studiato e riportato a galla centinaia di storie e di documenti riguardanti la storia cremasca. E con il libro numero 22, Speriamo di farsi una fortuna, ha iniziato ad affrontare le storie degli immigrati cremaschi dall’800 ad oggi. La pubblicazione è stata presentata domenica 4 dicembre presso il teatro San Domenico. Una pubblicazione di quasi 500 pagine che è costata 2 anni di lavoro da parte di un gruppo di studiosi cremaschi: Marita Desti, Walter Venchiarutti, Sergio Lini, Antonio Marazzi, Vittorio Dornetti, Barbara Pagliari, Silvano Allasia, Emanuele Edallo, Barbara Rocca, Riccardo Manzoni, Luna Boschiroli, Vittoria Parrinello e Romano Dasti.

E’ toccato al presidente del centro cremasco Felice Lopopolo, accompagnato dal sindaco Bruno Bruttomesso, dal presidente del consiglio comunale Antonio Agazzi e dal vicepresidente della fondazione San Domenico, per il secondo anno a fianco del centro cremasco, Gianmario Donida, introdurre il pomeriggio. Due ore di immersione nei ricordi che si sono srotolati con le immagini di Agostino Zetti, le letture di Fiorenzo Gnesi e Graziella Della Giovanna e la musica di Gio Bressanelli e del gruppo spontaneo di musica popolare di San Bernardino.

 

© Riproduzione riservata
Commenti