2 Commenti

Cosmesi, corso al via
dal 2014, nuove
opportunità di lavoro

image

Presentazione ufficiale del corso “Tecnico di industrializzazione del prodotto e del processo” in ambito cosmetico, oggi al capannone numero 1 della Ancorotti Cosmetics srl. Giunti dalla conferenza stampa sulla Dote Unica Lavoro anche Gianni Rossoni, Valentina Aprea – assessore regionale al lavoro e all’istruzione –, Carlo Malvezzi – consigliere regionale – e Massimiliano Salini, presidente della Provincia.
Il corso, di cui sinora non si conoscevano i dettagli, partirà da gennaio 2014, e si chiuderà a dicembre dello stesso anno con un vero e proprio esame finale. Consisterà, questo è l’obiettivo, in un migliaio di ore, spiega il professor Franco Gallo – preside del Galilei, parte attiva del progetto –, 300 delle quali di stage in azienda. Le altre 700 verranno impiegate per la formazione “teorica”, dietro i banchi di scuola e nei laboratori del Galilei, con l’ausilio non solo dei docenti dell’Istituto di via Matilde di Canossa ma anche quelli dell’Università di Pavia. La figura professionale che il corso mira a creare è un tecnico industriale con diversi tipi di conoscenze: dal marketing, alle tecniche di produzione, che sappia parlare oltre che la lingua inglese anche quella dei cosmetici. Il corso è aperto a tutti i diplomati di scuola secondaria superiore, anche di tipo professionale – preferibilmente ad indirizzo chimico-biotecnologico. La selezione dei candidati verrà fatta “all’ingresso”: il corso ha come obiettivo la formazione di 30 studenti – cifra ritenuta ottimale per non depauperare il corso della qualità d’insegnamento.
Ricorda Renato Ancorotti, ideatore del progetto: “lo scopo è quello di creare occupazione per i giovani”. Un obiettivo che ben si concilia con le necessità produttive della zona: “abbiamo un estremo bisogno – continua Ancorotti – di tecnici, per il futuro”.
A spendere parole di soddisfazione per il via ufficiale dell’iniziativa sono stati tutti i presenti. Sia le istituzioni, dettesi soddisfatte non solo dei tale IFTS, ma, soprattutto, di quella che pare esserne la caratteristica principale: il realismo. Il corso è stato ideato “per dare una risposta – sostiene Gianni Rossoni – ad un bisogno di cui le aziende della cosmesi necessitano”. Ma le potenzialità non si esauriscono in questo. “Questa idea – spiega Zucchetti, della Libera Artigiani – si proponeva di portare a Crema qualcosa che producesse know-how”. Una proposta concreta, quindi, capace di spingere Crema in un virtuosismo produttivo. “Con l’auspicio – aggiunge Matteo Locatelli, di Pink Frogs, altra azienda partner del progetto – che si possa estendere a tanti altri istituti tecnici, specialmente nel milanese”. Non ultimo, l’avvallo e la soddisfazione dell’assessore Aprea: “abbiamo fatto una scelta precisa: favorire questi percorsi di alta formazione tecnica e professionale”, perché, grazie alle aziende del territorio, “in questo settore noi vinciamo ancora”. Ed è da qui che bisogna ripartire, magari con l’obiettivo, come ventilato in coferenza, di aere uno stand della cosmetica lombarda al Cosmoprof bolgonese 2014.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Gaia

    :))))))

  • Screwer

    Ma perché Rossoni sta sempre e ancora in mezzo ai c……i?